Pubblicato in: cancro, libri

JERRI NIELSEN (Spoiler)

Gironzolando tra le bancarelle "ho incontrato" questo libro: IO VIVRO' di JERRI NIELSEN. Come si riesce facilmente ad intuire, il titolo ha attratto subito la mia attenzione, avendo ormai le antenne per captare quando un libro parla di un'esperienza di cancro.
Mi sono così addentrata nella vicenda di questa dottoressa americana che, in seguito a forti delusioni avute nella propria vita privata: un matrimonio sbagliato, due figli che il padre è riuscito ad allontanare da lei ed un lavoro pesante al Pronto Soccorso, ha deciso di cambiare vita e diventare responsabile medico della base americana al Polo Sud. Un'esperienza estrema che ha affrontato con coraggio. Prima di partire si era sottoposta a controlli medici, tra cui una mammografia, per verificare che fosse tutto a posto.
Nonostante questo, proprio mentre la dottoressa si trovava nel periodo di isolamento dal mondo a causa dell'inverno artico che rende impossibile l'atterraggio degli aerei a -70°, si accorse di avere una neoformazione al seno che, giorno dopo giorno, diventava sempre più dura e grande.
Con l'aiuto di un consulto medico via Internet si sottopose prima ad una biopsia da sola e poi alla chemioterapia con l'aiuto delle altre persone che popolavano la base.
Non vorrei raccontare qui tutto il libro, però appena l'ho finito sono andata a cercare sue notizie su internet per sapere se poi (come la fine del libro lascia ben sperare) ce l'avesse fatta.
Da quello che ho scoperto, la dottoressa Nielsen ha sviluppato un altro tumore al fegato e alle ossa nel 2005 e poi nel 2008 al cervello. Sta ancora combattendo la sua battaglia.
In genere mi interessa capire come è andata l'evoluzione della malattia. Nel caso di questa dottoressa il rischio è stato sicuramente aumentato dall'aver ritardato di molti mesi l'intervento cui avrebbe dovuto sottoporsi immediatamente…
Di lei nel libro mi ha colpita l'insistente richiesta di informazioni veritiere sullo stato della sua malattia e sulle speranze di vita che effettivamente poteva lasciarle. In effetti spesso si nega ad una persona di sapere effettivamente qual è lo stato delle cose, un po' in realtà nemmeno i medici sono in grado di prevederlo.
Questo libro è stato comunque una lettura ricca di spunti interessanti. Un po' della sua storia mi è rimasta dentro.
Annunci

4 pensieri riguardo “JERRI NIELSEN (Spoiler)

  1. Mi segno il titolo, anche se per me non è il momento migliore per affrontare questo genere di letture. Comunque ho notato anch’io che ci sono pochi libri che raccontano esperienze di “evoluzione” della malattia, come dici tu, nel bene o nel male, si intende.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...