Pubblicato in: cancro, cancro allo stomaco, diario

E’ così difficile fare il vaccino dell’influenza A?

Da quando è venuto fuori tutto questo gran CASINO che hanno fatto i mass media per l’influenza A, che un giorno semina morti che manco fosse una guerra, e il giorno dopo viene descritta come un’influenza leggera, quasi poco più che un raffreddore, mi sono chiesta se fosse il caso di vaccinarmi.Poi sul sito della Regione Lazio è stato pubblicato l’elenco delle categorie a rischio ed anche le persone che sono state colpite da una neoplasia rientrano tra le persone più vulnerabili. Così alla fine ho deciso, vabbé lo farò.

Tsé, fosse facile!!!!!!!!!!!!!!!

Ho cominciato a chiamare dal mio medico ai primi di novembre (quando i tg annunciavano che era scattata la terza o quarta fase della vaccinazione, a sentir loro ormai quasi conclusa). La risposta è sempre stata invariabilmente NON SAPPIAMO ANCORA NULLA.

Intanto è stato attivato il numero verde del 118 per le info. Ho chiamato, ho parlato con un operatore gentilissimo, al quale ho esposto la mia situazione e mi ha confermato che dovevo fare il vaccino. Ma…nella mia cittadina non era ancora attivo un centro vaccini. Mi ha lasciato un numero del Centro Vaccini di Latina per sentire se loro sapessero qualcosa.

Ho composto il numero. Risposta: “Attenzione, il numero digitato non è attivo.” Sconsolata ho richiamato dal mio medico: ANCORA NON SAPPIAMO NULLA.

All’inizio della scorsa settimana ho riprovato e ho parlato con il mio medico:
“Se vieni oggi o domani ti preparo l’impegnativa, vai direttamente alle ASL e ti fanno il vaccino”.
Purtroppo io in quei due giorni non potevo.
“Dottore, se vengo giovedì, che intanto devo fare l’altro vaccino per l’influenza normale?”
“Guarda, per questi due giorni è sicuro che è così, poi non so se cambiano le procedure.”

Ho riattaccato attonita.

Giovedì scorso ho fatto il vaccino normale. Il dottore mi ha detto di tornare in questa settimana da lui per fare il vaccino della A perché ne aveva richiesti un po’ per alcuni pazienti tra cui io.

Stamattina per sicurezza ho chiamato, prima di andarci oggi pomeriggio. Risposta:

“No, purtroppo non si può fare, la ASL non ci ha mandato ancora nulla. Vediamo la prossima settimana…”

ODDIOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO

Cambiando argomento, consiglio a tutti di leggere l’ultimo post del blog di

Mia, non perché racconta del nostro incontro tra bloggers, ma perché racconta del suo viaggio a Roma in una maniera speciale. Bello, bellissimo il tuo post. Brava Mia!!

Annunci

7 pensieri riguardo “E’ così difficile fare il vaccino dell’influenza A?

  1. camden, giovedì scorso ho visto Vostra Eminenza l’Ematologo :
    "mademoiselle, stia tranquilla per tutto, ma mi raccomando faccia il vaccino, che è a rischio e i morti sono in continuo aumento".
    ooooooooooooooook.
    ora. qualcuno mi dice come minkia minkia si fa???
    ambulatorio, ci serve la convocazione. ospedale, non possiamo farla noi, serve la richiesta della secu. secu, a noi non risulta essere una categoria a rischio…
    vabbé
    sissi

    Mi piace

  2. Arrossisco per i complimenti…

    E rimango basita per l’odissea del vaccino.
    Io ho deciso di non farlo, non so come sarebbe andata se avessi scelto diversamente.

    Mi piace

  3. Silvia: già fatto! A presto…

    Mia: prego!!! Meritatissimi…Forse alla fine è meglio così, niente vaccino niente
    odissee…

    Sissi: insomma anche da te è un vero e proprio casino…

    Ziacris: non è un luogo comune che al nord le cose funzionino
    meglio…purtroppo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...