Pubblicato in: cancro

Malati oncologici CITTADINI DI SERIE B

Oggi a pranzo stavo guardando il tg5 e ho trovato interessante il servizio della rubrica L'indignato speciale, che quest'oggi era dedicato alle difficoltà oggettive nella vita di tutti giorni di chi è malato oncologico e di chi lo è stato e per fortuna è guarito:

http://www.video.mediaset.it/video/tg5/indignato_speciale/159569/il-malato-oncologico-e-un-cittadino-di-serie-b.html#tc-s1-c4-o1-p1

Ritengo importante che si affronti questo argomento anche in tv, perché si parla tanto della ricerca sul cancro, e di quello che si fa oggi per rendere questa malattia curabile. Ma c'è anche altro oltre alla lotta al cancro, che pure è la questione principale, ed è importante segnalare i problemi della vita delle persone che hanno affrontato o affrontano tuttora la malattia
Ci sono oggi associazioni importanti come l'Aimace F.A.V.O che si battono per i diritti dei malati di cancro, e questo servizio televisivo è stato un ottimo strumento per parlarne.

Mi auguro che presto si moltiplichino non solo i brevi servizi dei telegiornali, ma anche le trasmissioni che possano occuparsi questo argomento.

Annunci

8 pensieri riguardo “Malati oncologici CITTADINI DI SERIE B

  1. E non solo. Io mi auguro che PRESTO anche sul web si riesca a trovare sempre più informazioni chiare, vere, esaurienti, utili. Tv + internet. questo è quello che ci vuole.

    Mi piace

  2. L'ho seguito pure io il servizio, è stato un colpo allo stomaco.E sarebbe ora che si venisse considerati malati e basta, non guardati e considerati persone con un piede nella fossa,sempre guardati con compassione, compassione un accidente, siamo più forti di quello che pensa l'altra gente. Ero veramente molto indignata alla fine del servizio.Basterebbe solamente che ci fosse più informazione sulle malattie oncologiche e le barriere sarebbero superate, basterebbe solamente che fosse data voce a chi è malato oncologico, e non si avesse paura di parlarne, il malato oncologico non è infettivo, il. cancro non si attacca, non si tramette con una stretta di mano. verrà il momento in cui il cancro sarà considerato una malattina alla stregua dell'influenza, ma per arrivare a questo bisogna che la gente, bisogna che i sani cambino atteggiamento nei confronti della malattia

    Mi piace

  3. Ziacris: sottoscrivo tutto quello che hai scritto. Anche perché nessuno su questa Terra è escluso dalla possibilità di ammalarsi, e la discriminazione fa male,Anna Lisa: concordo. Soprattutto la gente deve avere più informazione.Camden

    Mi piace

  4. già, già c'è anche chi non risparmia nel suo piccolo attacchi frontali ingiustificati…..vedi la barista, ti ho risposto sul post……un abbraccio

    Mi piace

  5. Io però ieri sono andata a rinnovare la patente, e il medico mi ha detto che avere il cancro è irrilevante ai fini del rinnovo. Basta che non guidi dopo aver fatto la chemio, e grazie al cavolo, lo sapevo da me visto che la chemio mi stordisce.Però che schifo. Continuo a sostenere fermamente che di cancro BISOGNA parlare, perchè sono convinta che la discriminazione di oggi non è altro che il frutto del silenzio che le generazioni hanno imposto su cose come questa, neanche fosse una vergogna o un delitto.

    Mi piace

  6. ma si guarda, le informazioni servono davvero più ai sani, così capiscono che se siamo malati non vuol dire che stiamo per tirare le cuoia. esattamente come scriveva ziacris. e poi si, che il cancro è una malattia, molto spesso curabile. insomma, questi piagnistei – che paradossalmente non facciamo noi malati che pure forse ne avremmo diritto – li fanno i sani…un po' di informazione ci vuole proprio. e del resto e quella che facciamo anche noi, con le nostre esperienze

    Mi piace

  7. Widepeak: concordo. Spero che le nostre esperienze servano soprattutto a far capire alle persone sane che non è che chi ha il cancro è una persona da evitare o che diventa contagiosa. Questo è molto importante!Mamiga: sono contenta di darti un aiuto con la mia esperienza. Sarebbe difficile guidare sotto chemio, quando spesso ciò che si vuole è solo vomitare…però meno male che il rinnovo lo fanno lo stesso…Silvia: infatti, la gente ha volte non ha sensibilità…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...