Pubblicato in: cancro, morte, steve jobs

Ancora su di lui

Pochi giorni fa ho scritto un post su Steve Jobs, co-fondatore della Apple, e su quanto mi colpisca il suo modo di reagire alla malattia.

Poi ieri ho letto questo articolo:

http://luciagangale.blogspot.com/2011/01/discorso-di-steve-jobs-ai-neo-laureati.html

E’ il suo discorso ai neolaureati di Stanford. Un discorso dove racconta molto di se stesso e della sua malattia e della sua idea della morte. Della quale parla senza paura, e mi piace la parte dove dice che l’idea di una morte probabilmente non così tanto lontana nel tempo, nel suo tempo, è diventata lo strumento più forte per compiere le scelte più importanti della vita.
Le paure tipiche di ogni essere umano: l’imbarazzo, i fallimenti, svaniscono davanti alla morte e si impara a riconoscere solo quello che è importante.

Questo molte volte accade sin dal momento in cui viene diagnosticato il cancro: la visione della vita si “capovolge” e non si pensa più farò questo e poi farò quest’altro, ma invece avrò il tempo di fare questo, di andare in questo luogo che mi piace tanto, riuscirò ad esserci ancora per fare tutto? E si viene presi dal desiderio di assaporare ogni minuto della vita intensamente e di viverlo al meglio.

Il cancro diventa una grande lezione di vita e di colpo le inezie per le quali ci stavamo tanto a preoccupare prima svaniscono.
E’ una maniera sicuramente drastica di aprire gli occhi e di interrogarsi sul senso della vita.
Il fatto che Steve Jobs abbia voluto parlare di questo ai giovani neolaureati accresce ulteriormente l’ammirazione che ho per lui.

Annunci

10 pensieri riguardo “Ancora su di lui

  1. Eccezionale veramente.
    Che insegnamento non solo per quei ragazzi, ma per tutti.

    Vorrei avere una briciola di così tanta saggezza.

    "Siate affamati, siate folli", quanto è vero, mi piacerebbe avere molta cultura, per poter apprezzare in modo più concreto tutto ciò che mi circonda. Per la follia un po' ci sto dentro, ma il rischio non fa parte di me.
    Io ho bisogno di certezze, di conferme, sono una fifona, mi vergogno della mia ignoranza, ma questo non mi esime dall' apprezzare le persone veramente folli.

    Che lezione, davvero superlativa.

    Come sempre, grazie Camden, è un passettino, è un'opportunità in più per riflettere che se tu non la mettevi sul blog, per me era un'occasione persa di outing.

    Baciottone

    4p  

    Mi piace

  2. Stavo rileggendo il mio commento, ma come cavolo scrivo, mi vien da ridere. L'ultima frase è un disastrone completo: che se tu non la mettevi sul blog per me era un'occasione persa di outing-
    Fa schifo, scrivi come parlo, lasciamo perdere mi incarto di più.
    4 p

    Mi piace

  3. mi sono imbattuto casualmente sul tuo blog,leggevo le info e mi hai portato alla mente le trasmissioni radio che seguivo anche io  e alla tua stessa eta',piu o meno ,ero pocopocopoco piu grande… :per il resto continua testarda e con forza la tua strada,in bocca al lupo..!!

    Mi piace

  4. 4P: Non preoccuparti di come scrivi, perché n fondo scrivi con il cuore e si capisce lo stesso quello che vuoi dire anche se magari fai qualche giro di parola in più..
    Ma io ti voglio bene così come sei e apprezzo sempre tanto tanto i tuoi commenti (e poi dai che si capiscono!)

    ziacris: hai ragione Pianetacancro, il luogo dove di colpo sei costretto a capire il vero valore della vita.

    Anonimo: grazie mille per questo bel commento, mi fa sempre piacere avere a che fare con persone che hanno il mio stesso passato musical-radiofonico.
    Per il resto, ce la metto tutta per andare sempre avanti! Grazie ancora!!!!!!!!

    Mi piace

  5. Vero! Tutto diventa relativo (!!!)… anche se poi una giusta dose di follia ci vuole per riuscire a spiccare il volo e credere ancora che tutto si possa avverare!

    Mi piace

  6. le parole di Steve Jobs hanno ispirato il mio ultimo post
    fanno riflettere molto, fanno vedere le cose da un'altra prospettiva, 
    –  non accontantarsi, non darsi mai per vinti –

    un messaggio davvero molto potente  

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...