Pubblicato in: cancro allo stomaco, come vivere senza stomaco il man, conseguenze gastrectomia totale, manuali, vivere senza stomaco

Manuale ironico di vita senza stomaco capitolo I

Stavo pensando che se non fosse un argomento su cui c'è poco da ridere, mi piacerebbe scrivere un manuale ironico sui vari aspetti della vita senza stomaco…

Un capitolo si potrebbe intitolare:

COME SOPRAVVIVERE AD UNA CENA A BUFFET.

Questa è una situazione che può essere fonte di preoccupazione. Mi spiego: avendo subìto l'asportazione totale dello stomaco se ne sono andati anche i succhi gastrici e l'acido cloridrico, elementi questi che normalmente garantiscono una disinfezione di quanto viene ingerito.

Ora, non è che mangiare al ristorante nei piatti sia tanto più igienico, ma una cena a buffet mi ha sempre dato l'idea di essere maggiormente un ricettacolo di germi. Basta pensare alla gente che si sporge sui vassoi per prendere ciò che vuole…e ai cibi che se ne stanno esposti a lungo in bella mostra.

Per cui sono diventata piuttosto timorosa di queste situazioni. Una soluzione che ho adottato (possibile soprattutto se la cena si svolge in un pub o in un locale dove si può mangiare anche altro), è farmi preparare un toast e rinunciare alle delizie esposte sui tavoli.

Altra soluzione, meno efficace, prendere solo qualcosa di molto semplice senza troppe salse e intingoli, e poi incrociare le dita e morire di fame per il resto della serata.

In casi proprio rari di fame da lupo, ho fatto un tentativo di mangiare anche io spizzicando qua e là dai tavoli, e molto spesso ho passato la giornata successiva in compagnia di un farmaco che finisce con …dium 

Soluzione molto estrema, arrivare alla cena "già mangiati", ma ecco forse questa potrebbe sembrare un tantinello…maleducazione!!

Poi vai a spiegare alla gente che vivi senza stomaco…

Annunci

3 pensieri riguardo “Manuale ironico di vita senza stomaco capitolo I

  1. Azzz. allora quando ci vediamo non andiano al risotrante???
    Dai che sto scherzando…io per esempio adotterei la soluzone delgià mangiati, anzi io la adotto quando vado alle inaugurazioni o appunto alle cene a buffet, visto che non so mai se quello che mi propinano mi possa piacere, io parto prevenuta

    Mi piace

  2. Anche a me non piace molto il buffet, per gli sputazzi, le salivate e schifi vari. Ovviamente la tua prospettiva da senza stomaco è ancora più appropriata, ma penso che arrivare già mangiati non sia così sconveniente. A me è capitato… sono schizzinosa???

    Mi piace

  3. ziacris e innoallavita: mi avete convinta, la prossima volta andrò già mangiata, di modo da limitare i danni solo che….mediamente ho fame ogni 2 ore, finirò lo stesso per mangiare qualcosa!!!!! 

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...