Pubblicato in: cancro, cicatrici, coraggio, diario, la vita dopo

Weekend indaffarato

Rieccomi!! Sono tornata dopo un weekend pieno di splendido sole, quindi ne ho approfittato per camminare, passeggiata venerdì pomeriggio, passeggiata sabato mattina, giro x spesa sabato pomeriggio, passeggiata lunghissima domenica mattina: morale della favola stamattina quando è suonata la sveglia ho pensato: ma davvero devo andare a lavorare? Oddio!!! E ho cercato di farmi forza per recuperare un po' di forze residue. 
Ma si sa che quando io inizio a camminare poi è difficile fermarmi… E la stanchezza la sento tutta dopo!!

Intanto ho avuto il tempo per fare una piccola considerazione: dopo una malattia come il cancro quando fortunatamente le cose vanno bene e si inizia (per quanto possibile) a pensarci un po' di meno, ecco che arriva subito qualcosa che di colpo ti riprecipita nel trauma. 

Può essere anche una frase innocente, delle parole pronunciate mentre si è in compagnia e si parla di cose piuttosto banali. Qualcosa che però ti fa rendere conto che in quel momento tu sei diversa dalle persone che ti circondano, per colpa della malattia,  e in un attimo ti passa davanti tutta l'esperienza che hai vissuto, tutti i momenti duri, specie quelli in cui tornare a una vita normale sembrava quasi impossibile.

E' come il passaggio di un vento di tempesta che smuove le cose intorno per pochi attimi, poi tutto torna normale. Ma dentro di te sai che qualcosa è cambiato per sempre dal momento in cui hai saputo di avere il cancro, con tutto quello che ne è seguito. E te ne accorgi proprio al passaggio di quella piccola tempesta interiore.

Più ci penso e più sono convinta che queste sensazioni le proverò per sempre.

Annunci

10 pensieri riguardo “Weekend indaffarato

  1. Come ti capisco! A me sconcertano le più normali battute sul seno, per dire…Un tempo non ci facevo quasi caso, ora urtano in modo esagerato la mia sensibilità, ma non per invidia o sdegno, solo perché mi rendo conto che sono abituata a parlare di seno in alti termini. E mi dispiace moltissimo, quindi mi tengo dentro il mio essere "diversa" per non creare imbarazzi…

    Mi piace

  2. Imdipendentemente dalla malattia, a questo punto credo che noi saremmo diverse lo stesso, abbiamo un qualcosa in più chegli altri non hanno: l'umanità

    Mi piace

  3. È verissimo, ci si sente diversi.
    Ma sai una cosa? Qualche volta mi fa comodo poter usare la scusa del cancro per giustificare certe mie "diversità".
    Sono sempre stata abbastanza insofferente a convenzioni e stereotipi e se prima certi miei atteggiamenti venivano bollati come inopportuni, adesso mi pare di trovare maggiore condiscendenza, perché "bisogna capirla, ha avuto il cancro, è una cosa che ti cambia la vita…". E io sogghigno… 

    Mi piace

  4. E' da molto che seguo i tuoi pensieri anche se non lascio commenti, mi permetto questa volta di dirti che concordo con il pensiero di ziacris, è davvero una grande consapevolezza.

    Un saluto
    da una nonna 

    Mi piace

  5. Io credo che tu abbia la possibilita' di vedere fino in fondo le cose, di vederle bene e questa è una grande opportunita'. tutti noi rifuggiamo l'idea della morte, che in fondo è l'unica cosa certa per tutti e viviamo come se non ci fosse, come se fosse una cosa lontana che non ci toccherà. Per vivere a pieno e godere della vita, bisogna essere consapevoli del fatto che tutto avrà fine e tu sono sicura che questa consapevolezza ce l'abbia, ogni giorno. E questo è energia allo stato puro.
    Un abbraccio

    Mi piace

  6. Quello che provi tu, io lo condivido.
    A volte mi dispiace molto vedere l'abisso che c'è tra me e gli altri in molte situazioni, non ti nego che a volte questa diversità mi pesa, anche se lo fa sempre meno. Però, c'è poco da fare, quando tu a 21 fai chemio e gli altri alla tua stessa età vanno al pub, una certa differenza si crea inevitabilmente. A volte, mi è capitato di pensare di voler essere "normale".
    Poi ho guardato bene-bene-bene quelli che io reputavo normali e mi sono detta "Ah, e meno male che quella strana son io…"

    Mi piace

  7. Julia: anche io sono come te, non dico niente, anche se magari dentro di me avverto come una sorta di sbilanciamento del suolo, per così dire…
    Penso sia proprio una sensazione che tutte noi abbiamo in comune…

    4P: Grazie, adesso ti scrivo, preparati perché sarà una lunga mail… 

    ziacris: che bello questo commento, mi piace proprio!

    Mia: in effetti sono proprio d'accordo con te. Anche io ho sempre avuto la tendenza ad essere "particolare" e adesso ho una scusa in più. Solo che la prima cosa che si avverte a volte è una piccola punta di sofferenza, ma poi passa.

    Profumodiborotalco: grazie per aver commentato.  Cercherò sempre di fare tesoro di questa consapevolezza.

    Egle: Hai ragione, questa consapevolezza dà una grande energia e io vivo meglio adesso di prima. Devo solo cercare di dimenticare alcune parti del mio vissuto degli ultimi anni che sono un po' traumatiche…

    Romina: figurati, immagino come possa essere stato a 21 anni vivere la chemio mentre tutti si divertono. L'importante è imparare a vedere le cose come dici tu, c'è sempre un lato positivo anche nelle situazioni in cui uno meno se lo aspetterebbe…

    Mi piace

  8. stamattina con obi ci chiedevamo se siamo ancora in tempo per espatriare e, tra le altre difficoltà che ovviamente incontreremmo, lui mi faceva notare "saremmo poi sempre degli stranieri" e io gli ho risposto "lo siamo già stranieri" proprio per la vita che facciamo che è diversa per sempre

    Mi piace

  9. widepeak: hai ragione, ci si sente stranieri. E' come camminare nel senso opposto a quello in cui vanno tutti. Il difficile è riuscire a non notare più quella differenza…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...