Pubblicato in: tv, vivere senza stomaco, watching the world

Spot che non si vorrebbero vedere

Stamattina avevo la tv accesa e mi sono trovata davanti in uno spot un puzzle con i pezzi che componevano l'immagine di uno stomaco, e una voce che diceva: "Ecco l'immagine di uno stomaco perfetto."

Non ho resistito, mi sono alzata e me ne sono andata in un'altra stanza. Certe cose ancora a distanza di anni non riesco a sopportarle. (Che poi avrei potuto cambiare canale, ma invece il primo istinto è stato quello di andarmene).

Allora ho pensato a quante volte gli spot possono dare fastidio alle persone, ma ovviamente essendo la tv diretta a tutti, è inevitabile che sia così.

Penso agli spot dei fantasmagorici gelati di ogni estate e che i diabetici devono far finta di non vedere.
Gli spot dei reggiseni che sono ogni volta sofferenza per chi è stata operata di tumore al seno.

Penso agli spot con i bambini piccoli, omogeneizzati, pannolini. Chissà che sofferenza per chi non può avere figli oppure ne ha perso da poco uno.
Pizza, pasta crackers e quant'altro  che i celiaci non possono mangiare (almeno quelli con il grano) ma che si vedono davanti in ogni minuto.

Gli spot degli abiti da sposa, delle fedi, dei diamanti e brillanti, che sono una lama nel cuore di chi ha appena rotto un matrimonio o un fidanzamento, oppure non si è mai sposato pur desiderandolo.
Le pubblicità di San Valentino, dolore per chi è solo.
Le pubblicità di Natale, che suscitano sofferenza in chi non ha una famiglia.
Le pubblicità di auto nuove,  che sconvolgono chi ha appena avuto o perso qualcuno in un incidente.

Pensandoci bene ogni messaggio pubblicitario può causare sofferenza a delle persone.

Forse anche per questo preferisco quasi sempre leggere i libri (eccezion fatta per programmi come Invincibili… ).
Sebbene le vicende narrate in un romanzo possano avere corrispondenze con i vissuti del lettore, se non altro non sono mai interrotti da spot indesiderati…

Annunci

8 pensieri riguardo “Spot che non si vorrebbero vedere

  1. SEI UNA RAGAZZA MOLTO SENSIBILE ; E' VERO, IN BASE AL NOSTRO VISSUTO, ANCHE UNA SEMPLICE PUBBLICITA' PUO' TURBARCI, SE TOCCA UN TASTO DELICATO…..IL MIO ORA E' IL REGGIPETTO!! MA SONO CONTENTA, PERCHE' L'ALTRO GIORNO, HO POTUTO DIRE ADDIO ALL'ESPANSORE, ED ORA HO IL BALCONCINO NUOVO! "INDOLENZITO"……..TI SALUTO E TI FACCIO TANTI COMPLIMENTI PER L'INTERVISTA AGLI INVINCIBILI !   ARCOBALENO, OVVERO ANNAROSA.

    Mi piace

  2. La pubblicità fatta con un solo ed unico obiettivo (fare soldi e solo soldi!!!) non mi piace affatto proprio perchè dietro non vedo valori. E ti dirò che mi fa salire una rabbia tale per cui boicotto nel  mio piccolo il marchio associato! Ho letto (e visto) anche delle mutande bunga bunga di intimissimi … ci sono un sacco di bloggers che si stanno muovendo in questo senso mandando mail di sdegno….E' vero che così si parla cmq di loro … ma gli stessi bloggers non compreranno più altri prodotti loro.

    Mi piace

  3. io penso che sia questione di "vedere", occhio non vede cuorenon duole, in un loibro la situazione viene descritta, ci stai male, la vivi come se fossetua, ma non vedi nulla, la pubblicità, invece, è piena visionediquello cheti tormenta.
    Hai ragione con l'idea del reggiseno, per noi, o almeno perme, meta irrangiugibile, visto le tette sbilenche che mi ritrovo, ma aspetta chevada dal plastico…poi vi faccio vedere io!!!

    Mi piace

  4. E' proprio questa tua sensibilità, questo non fermarti a te stessa, che ti rende una bellissima persona, ed è anche per questo che mi piaci un sacco.
    …..e la pubblicità della somatoline e robe varie, cellulite, rughe, sempre sponsorizzate da ventenni o giù di lì, ma per piacere, io a 20 anni ero un fuscello, ebbene sì non avevo sto canotto a forma di boa, un piccolo spetteguless tanto per sdrammatizzare, perchè la pubblicità è tremenda.

    Però c'è quella della macchina che mi fa morire dal ridere.
    La marca non la so, è il conducente che imita tutti gli optionals che desidererebbe avere sulla sua macchinetta, e quando conclude con il suono dell'antifurto, perchè qualcuno  si appoggia alla sua macchina parcheggiata, mentre lui è seduto al bar, mi piace da matti e l'altro tizio si scusa pure, la trovo eccellente.
    Bacioabbraccio, vado via per una decina di giorni al paesello siculo.
    Speriamo bene.
    Ciao 4p
        

    Mi piace

  5. Arcobaleno: sono contenta per il tuo nuovo balconcino, spero ormai sempre meno indolenzito! E magari bello e fatto bene!
    Grazie mille per i complimenti, cara, adesso finalmente mi si aprono di nuovo i commenti al tuo blog!

    Solitamente: in effetti ci sono alcuni spot davvero fastidiosi, è bella la forza dei bloggers uniti!!

    Amandablack: sai che mi hai colpito per la sensibilità di questo tuo commento? E ti ringrazio tanto. Hai pensato una cosa che mi ha sorpresa, non pensavo che i miei problemi colpissero così tanto chi magari mi legge qui senza conoscermi di persona… Grazie di nuovo!!

    Ziacris: hai ragione, infatti l'impatto visivo è molto più forte. Vai, non vedo l'ora di vederti quando avrai completato il tutto, sarai bellissima!

    4P: che tesoro che sei con tutti i tuoi spetteguless, carino invece lo spot che dici tu della macchina e soprattutto originalissimo!!!
    Ma davvero parti? Buona vacanza, allora, ma come faccio io tutti questi giorni senza leggere i tuoi commenti e le tue email?? 

    Mi piace

  6. ciao,

    io ho un problema alla tiroide e quando vedo alcune immagini in tv o altrove mi viene la rabbia ma poi mi passa quasi subito, alla fine penso "non ci sono solo io al mondo..sicuramente non lo fanno per farmi sentire male". modo utile per passare oltre un saco di cose e non soffrirne…:)

    v.

    Mi piace

  7. Ciao V. grazie per questo commento.
    Vedi, a me tanti anni fa hanno tolto la colecisti, ma se ne vedo una in tv non mi fa né caldo né freddo, rimango indifferente. Invece con lo stomaco è molto diverso. E' una cosa difficile da accettare che ti abbiano tolto qualcosa che tutti sin da piccoli siamo abituati a "sentire". E ti rendi conto solo dopo che vivere senza comporta una marea di problemi piccoli e grandi.
    Per questo forse lo vivo come un trauma dal quale è difficile riprendersi del tutto. Però è una buona cosa pensare "non ci sono solo io". Solo che in alcuni casi risulta difficile. Dipende da quanto è grande la ferita…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...