Pubblicato in: cd, diario, libri

Pomeriggi tranquilli

In questi ultimi pomeriggi mi sono dedicata alla lettura di un bellissimo libro del quale parlerò a breve. Sono stata tranquilla a leggere ascoltando tre dischi che fanno parte di me quando mi voglio rilassare e ritrovare ritmi più consoni al mio modo di vivere:


 

 

 


E devo dire che certi momenti di serenità e perché no anche di viaggio dentro se stessi, sono davvero molto preziosi.

Annunci

6 pensieri riguardo “Pomeriggi tranquilli

  1. "momenti di serenità e un viaggio dentro se stessi, sono davvero molto preziosi! che belle parole Rosie… che belle emozioni.
    Le leggo avidamente e anelo il momento in cui potrò, pure io, deporre le armi e rasserenarmi viaggiando dentro me stessa.
    Ora ci sono troppe emozioni violente.. Troppa rabbia.
    Brava Rosie, il tuo percorso è  di esempio.
    Un abbraccio, Claudia

    Mi piace

  2. Ottima scelta rilassarsi con un libro! Io quest'estate ho finalmente finito Anna Karenina!! Lungo, minuzioso ma stupenderrimo! Spero di scriverne a breve sol che mi serve il tempo per un post come si deve!

    Mi piace

  3. Hai ragione Rosie, leggere qualcosa che cattura totalmente la nostra attenzione, e' rilassante! E' molto importante anche osservare la nostra anima, ed ascoltare cosa ha da dirci!! Come dici tu, "viaggiare dentro noi stessi………." Un abbraccio da Arcobaleno

    Mi piace

  4. Mia cara Rosie è proprio così.
    La musica è meravigliosa. Sa dare tanto alla nostra anima. Il viaggio dentro noi stessi rende benissimo l'idea, come sempre sei un genietto nel
    catturare l'essenza di un'emozione.
    Bacio
    4 p  

    Mi piace

  5. Claudia: avendoti conosciuta, e leggendoti sempre anche nel gruppo, so bene che tu hai vissuto questa cosa che ti è successa con grande rabbia. Ti capisco tanto, anche a me capitano i momenti di scoramento, di impotenza, di grande delusione perché la nostra vita non sarà mai più la stessa. Però penso che in qualche modo dovresti cominciare ad accettare un po' di più la malattia, nel senso che la rabbia non può e non deve diventare la sensazione dominante. Perché nel frattempo la vita continua, i giorni passano e avere solo rabbia non fa bene. Bisogna anche riuscire a fermarsi un attimo per imparare a pensare anche alle cose positive, alla vita che ancora possiamo vivere. Se il nostro tumore fosse stato al pancreas invece che allo stomaco, il nostro futuro sarebbe stato molto più incerto già da subito. Scusami se ti dico queste cose, ma credo che dovresti cominciare ad eleborare l'accaduto per indirizzare le tue emozioni verso qualche cosa di più positivo. E' un mio parere personale e da amica. Perciò non sentirti offesa. Magari fallo con l'aiuto di un esperto, però sarei contenta di sentirti finalmente un po' più serena…anche sperando nel momento in cui i tuoi problemi di alimentazione inizieranno finalmente a migliorare.

    LadySmith: io ce l'ho ma lo devo ancora leggere e lo farò senz'altro. Ottima scelta comunque!

    Farfallaleggera: grazie, un bacio a te.

    Arcobaleno: devo dire che tanti libri mi hanno aiutata nei momenti in cui stavo male e non mi sentivo di uscire di casa, e sono felice di aver lasciato tanto spazio nella mia vita ai libri…

    4P: Grazie carissima, un abbraccio grande!!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...