Pubblicato in: conseguenze gastrectomia totale, diario, viaggi

Esitazioni

Ieri ho vissuto una giornata di conflitto e di esitazione profonda.  Tra due settimane dovrei fare un viaggio, per un motivo ben preciso. Si tratta di partire il pomeriggio, dopo il lavoro e tornare il giorno dopo.

Il mio cuore mi ha detto subito di andare, la mia testa poi ragiona sempre come se fossi quella di prima, mi ci vedo già sui treni, a qualsiasi ora, con tutti i viaggi che ho fatto per i concerti, ecc…insomma ho detto subito di sì.

Però ieri poi mi sono lasciata prendere da un po’ di paranoie. Ho riflettuto sul fatto che, per quanto mi sforzi ogni giorno di mettere il mio coraggio nelle cose che faccio, non posso dire che i problemi non siano tanti.

Ho cominciato a mettere in conto le difficoltà: partire subito dopo pranzo, con il peso ben piantato in mezzo alla pancia, dove c’è quella tasca intestinale che fa da stomaco, partire in fretta, senza aver potuto fare la mia dormita del dopo pranzo (ci sono momenti in cui dormo così profondamente, che quando mi risveglio mi sembra di non sapere nemmeno dove sono!). Portare un piccolo bagaglio, ma con il peso sulla pancia non è comodissimo…

Fare dei tragitti in auto, e io purtroppo soffro il mal d’auto, ma da quando sono stata operata non ho più preso farmaci per questo problema, siccome senza stomaco gli effetti di alcuni farmaci sono potenziati, ho paura di crollare letteralmente di sonno.

Aspettare il primo pomeriggio e trovarmi la solita crisi ipoglicemica che mi colpisce spesso, e dover mangiare al volo qualcosa prima che gli zuccheri scendano troppo.

Avere un incontro serale intorno alle 20, ora in cui di solito ceno, e pensare: ce la farò? Non è che mi andranno via le forze perché non ho mangiato, devo per forza mangiare qualcosa prima, mi basterà un pacchetto di crackers?

Che poi di solito uno quando fa i viaggi, risolve tutto con un panino. Ma adesso quando mangio un panino a volte mi viene un senso di nausea, come se volesse tornare fuori e ancora non ho capito perché, mi sembra proprio un fatto meccanico. Inoltre tempo fa ho mangiato una rosetta con il prosciutto al lavoro, prima di una riunione e dopo c’è mancato poco che facessi la sonnambula, un sonno irresistibile!!!

Il giorno dopo, fare colazione con il té e un po’ di pane e marmellata, ma senza esagerare se no ho la nausea, e riavere fame un ‘ora dopo. E di sicuro sentirmi stanca.

Però alla fine ho pensato: ma chissenefrega di tutti questi problemi. Il viaggio è per un motivo importante e non voglio rinunciare.

Però in questo frangente mi sono resa conto di quanto le difficoltà quotidiane siano superabili quando uno rimane nel proprio ambiente domestico e di come tutto cambi quando bisogna spostarsi.

Comunque, parto, ho deciso. E magari mi faccio pure una bella playlist per il viaggio, che come sempre con la musica  (e con la buona compagnia che avrò) i problemi si risolvono meglio!

Annunci

Un pensiero riguardo “Esitazioni

  1. 13 comments

    Commento by Rita on novembre 29, 2011 at 5:13 pm Modifica
    Non credo Ti possa consolare, ma io quando devo affrontare un viaggio o anche solo una gita fuori porta, vado in paranoia per molto, molto meno, nel senso che i Tuoi sono problemi “reali”, le mie, appunto, solo paronoie….
    Ma questo passo significa anche un po’ riappropriarTi di un qualcosa che Ti è stato crudelmente e violentemente portato via dalla mia malattia…quindi, ben attrezzata come si confà, di cibi vari per la sopravvivenza e l’emergenza, di buona musica che rilassa e distrae, della buona compagnia che già sai di avere, di una doppia dose di coraggio e determinazione…via, si va….e andrà tutto benissimo, ne sono certa….e sarà solo l’inizio…
    Ti stampo un mega bacione. rita
    Commento by 4p on novembre 29, 2011 at 6:26 pm Modifica
    Sei eccezionale e proprio per questo ti ammiro tanto.
    Hai fatto tutto tu, hai elaborato il problema, perchè non si può dire certo che tu non ce l’abbia presente, cerchi di risolverlo e poi decisione finale, “io parto lo stesso”, perchè è un viaggio importante e non vuoi giustamente rinunciare. Vedi, ancora una volta, (io non lo so il motivo del viaggio), passiamo sopra alle nostre necessità, alle nostre paranoie per qualcosa o qualcuno di più importante.
    Io soffro il mal d’auto, soprattutto se sto dietro, so cosa significa ed è una bella menatona, ma poi passa, non subito, ma passa.
    Portati tutto l’occorrente per spizzicare qua e là, per il sonno sono certa che non si farà sentire, vedrai andrà tutto benone.
    Se proprio crolli, dormi in macchina durante gli spostamenti e stai davanti, chi viaggia con te, capirà.
    Vadiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii,
    Bacissimo
    4 p
    Commento by stribili on novembre 29, 2011 at 8:51 pm Modifica
    Grande, Grande Rosie!
    Commento by ila on novembre 29, 2011 at 9:02 pm Modifica
    Ciao Rosie
    credo che il primo modo per affrontare le difficoltà della vita e per essere dei veri “Uomini” sia esser consapevoli delle proprie capacità e dei propri limiti….
    tu sei unica…vorrei aver la tua stessa velocità….ma non è che per caso capiti a Genova?
    Commento by Mia on novembre 29, 2011 at 10:59 pm Modifica
    Sì, sarà bellissimo. E importante. E intensamente emozionante.
    Porta con te un pezzo del mio cuore a quell’appuntamento così speciale.
    Commento by ziacris1 on novembre 30, 2011 at 5:50 am Modifica
    Vai rosie che andrà tutto bene, già il fine del viaggio è un incentivo mica da poco, poi sarai circondata da persone che ti conoscono e che faranno di tutto per metterti a tuo agio…ti invidio un po’ vorrei tanto esserci pure io, ma questa volta mi tocca saltare la mano….sigh!
    Commento by piccolaVale on novembre 30, 2011 at 12:23 pm Modifica
    Ma si,dai, parti! Da come lo racconti sembra una cosa a cui tieni molto e quindi è giusto andare, assolutamente! Ovviamente organizzati bene e vedrai che starai benissimo…e poi sicuramente avrai la musica giusta a farti compagnia!
    ciao
    Vale
    Commento by LadySmith on novembre 30, 2011 at 6:53 pm Modifica
    mi auguro che tutto vada bene e ne valga la pena di fare questo viaggio
    Commento by sottolestelledeljazz on novembre 30, 2011 at 9:05 pm Modifica
    Quante volte vorrei fermarmi adagiandomi comodamente sui miei limiti….
    odio le novità…… e non per questo si fanno da parte…..
    amo i miei tempi….. le mie abitudini…. che non coincidono mai con nulla e nessuno…
    Ti dico solo che ….tante volte faccio bene ad adagiarmi….
    non tutte le novità sono valide….
    ma quando ne è valsa la pena….
    chissenefrega…
    una playlist
    una buona compagnia
    EVVAIIIII
    Ciao
    A.
    P.S. come ti capisco….
    Commento by wolkerina on dicembre 1, 2011 at 11:21 am Modifica
    Quanti straschichi porta con sè il cancro, questi son davvero pesanti da gestire al di fuori del proprio ambiente. son certa però che andrà tutto bene perchè sarai con persone che capiscono e che possono darti una mano. l’appuntamento è così importante e speciale che annullarlo sarebbe stato un vero peccato. Vi penserò!
    Commento by camdentownrosie on dicembre 1, 2011 at 2:58 pm Modifica
    Rita: ecco hai proprio ragione, ci metterò una doppia dose di coraggio e determinazione, ma cercherò di andare avanti anche in questo frangente per superare le difficoltà. E il tuo sostegno mi fa sempre bene!
    4P: grazie per le tue parole. Quando saprai poi il motivo del viaggio capirai perché mi sento così motivata…poi spiegherò meglio. Un abbraccio forte!
    Stribili: grazie infinite!!!
    Ila: grazie. Lo sai che a Genova non sono mai stata? Sarebbe bello venirci un giorno ma chissà…però mai dire mai!! Forse è più facile che vieni tu a Roma!
    Mia: che peccato che non ci sarai, mi dispiace davvero!
    Ziacris: ma che peccato!! Però lo so che la compagnia sarà straordinaria e questo mi dà forza!!
    Vale:: grazie per l’incoraggiamento, questi commenti mi stanno motivando ancora di più!!!
    LadySmith: ne vale assolutamente la pena, poi racconterò!!
    sottolestelledeljazz: che incoraggiamento straordinario, grazie!!!!
    wolkerina: quanto mi dispiace che non ci sarai, mi ero già immaginata la gioia di conoscerti…
    Commento by Giorgia on dicembre 3, 2011 at 5:27 pm Modifica
    Mi dispiace tanto per tutti gli inconvenienti e le difficoltà che potrai avere, ma vedrai che sarà bellissimo, e ci coccoleremo vicendevolmente

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...