Pubblicato in: indignazione, invalidità, sfoghi, storie dall'inps

Troppo schifo per poterci credere…

Quello che sto per scrivere, è così assurdo che io stessa faccio fatica a crederci. Ma avendo sentito di persona le parole che mi sono state dette non posso fare altro che trascriverle qui, mentre ancora mi sento affiorare a pelle un nervoso incontenibile.

Ieri ho approfittato di una giornata libera per andare alla sede Inps di Roma dove smistano i verbali di invalidità della mia zona. Sorvoliamo sul fatto che mi sono svegliata presto la mattina per riuscire ad arrivare entro le 12. Ma siccome questa sede si trova completamente dall’altra parte della città e dove abito io i pullman per Roma sono opzionali, ovvero si è fortunati se passano, ho perso l’opportunità di arrivare di mattina. Fortunatamente lo sportello era aperto per due ore anche al pomeriggio.

Sono arrivata alle 15 e ho sgranato gli occhi: fuori dall’edificio c’era una fila degna di un concerto super-affollato.

Ci sono voluti 35 minuti di fila sotto il sole solo per riuscire ad entrare nella sede. Ho scoperto così che c’è uno sportello dedicato alle informazioni sui verbali e in 2 ore e mezzo (infatti sono stati “clementi” a farci restare oltre l’orario, altrimenti avrei fatto tutta questa fila per niente…) sono stati chiamati 9 numeri.

Potete immaginare quanto io sia esaurita per questa situazione, così quando mi sono seduta allo sportello ho detto all’impiegato:

“Senta, io VOGLIO sapere che fine ha fatto il mio verbale d’invalidità per una visita fatta a maggio 2011 su domanda del 2010.”

Il tizio mi ha chiesto i dati, poi ha guardato il pc e mi ha detto: “Ah, ha un 50% di invalidità!” 

Io l’ho guardato come per dire: e allora? E gli ho detto: “Prima avevo il 100%!”

E lui: “Adesso glielo stampo.”

Io: “Sì, ma io voglio sapere perché questo verbale non mi è mai arrivato, dove si trova adesso??”

Lui mi ha guardato, serafico: “E’ qui, glielo sto stampando adesso!!”

Io: “Ma che vuol dire, che a casa non mi arriva più???”

Lui: “No, le metto il timbro copia conforme e vale questo!”

Io stavo già cominciando a emettere vapore dalla rabbia.

“Scusi ma qual è la ragione per cui non mi è stato inviato?????”

Sentite la risposta: “Perché il 50% è un’invalidità irrisoria e noi privilegiamo chi ha una percentuale più alta.”

Io, con gli occhi fuori dalle orbite: “Cioè????????????????????????????????????????”

Lui: “Senta, noi qui siamo in pochi e abbiamo tantissimo lavoro, non assumono più nuovo personale. Se in un giorno dobbiamo lavorare 100 verbali e poi riusciamo a farne solo 10, mandiamo avanti quelli più gravi. Chi ha diritto all’accompagno, una mamma che chiede la 104 per il figlio, ecc. Il suo probabilmente lo avremmo spedito tra 3 mesi…”

Io stavo perdendo il lume della ragione: “Lei mi sta dicendo quindi, che vivere senza stomaco è un problema superficiale? Ho rischiato di perdere il lavoro per questo verbale che non arrivava!!!”

Mia sorella che era con me era sul punto di rovesciargli la scrivania.

Lui ha risposto: “Io le sto spiegando la situazione. Ma aveva chiesto anche la 104 o solo l’invalidità?”

Io: “La domanda era per tutte e due insieme, fatta sempre nel 2010. Secondo lei, con una percentuale così bassa me l’avranno tolta?”

Lui “Non è detto.”
Controlla. “Ma signora, qui non risulta.”
Poi guarda meglio, la domanda c’è.

Io: “Quindi????”
Lui: “Eh, sarà in qualche faldone, tocca andare a cercarla… Senta, riempio un modulo e domani gliela do.”

Io: “Che cosa? Devo tornare anche domani???”
Lui si vede che ci ha ripensato e mi ha detto: “No, controlliamo e gliela spediamo a casa. In fondo sono passati solo sei mesi.”

Io, senza quasi più parole: “Perché da maggio 2011 a oggi sono sei mesi?????”

Lui: “Ah, no, ha ragione pure lei…”

Poi, prima di salutarci: “Le conviene andare all’Inps della sua sede per verificare che abbiano registrato la nuova percentuale.”

Io: “Ma perché, non è automatico?”

Lui: “Dovrebbe, ma è come quando muore un familiare, bisogna andare a dirlo…”

Vi giuro che avrei voluto avere una mazza da baseball per spaccare i vetri della sede Inps. E io sono tutt’altro che una persona violenta. Morale di questa visita: a Roma è tipo un’estrazione a sorte, se sei fortunato ti arriva il verbale a casa, se non sei stato ritenuto abbastanza invalido te lo devi andare a cercare. Altrimenti cade nel dimenticatoio!

W l’Italia! E W le regioni, che lavorano con una disparità di trattamento allucinante.

Annunci

31 pensieri riguardo “Troppo schifo per poterci credere…

  1. Ma non ho parole…a parte il fatto quel 50% è ridicolo, ma vogliamo parlare di tutta la trafila? Ma si rendono conto che magari uno fisicamente non arriva a fare tutti questi giri, o magari ha problemi ad allontanarsi dall’ufficio come e quando pare all’inps? Queste cose mi danno il vomito…
    Che poi io sono fermamente convinta che lo smarrimento dei documenti sia strategico. Li perdono SEMPRE. Evidentemente hanno validi motivi per perderli. Quando feci domanda per la mia invalidità, persero tutta la documentazione. La riportammo tutta. Dissero, a quel punto, che la recensione sulla chemio fatta dall’ematologa non andava bene perchè volevano la posologia esatta dei farmaci e quindi perdemmo altro tempo a farla rifare e riportarla. Idem con nonno. Nonno fece domanda per l’invalidità e, pensa un pò, persero tutto. Riportammo tutto quanto. Gli negarono l’invalidità perchè ancora mangiava da solo (il fatto che non camminasse era irrilevante!!!!) e ci fecero capire chiaramente che al primo giro la negavano a tutti e bisognava ricominciare tutto da capo. Questo, ovviamente, nella speranza dell’inps che il richiedente morisse nel mentre, cosa che è accaduta al mio vicino di casa. Aspettarono così tanto a chiamarlo per la visita che purtroppo lui morì nell’attesa. Ti ho portato 3 esempi di documenti misteriosamente “perduti”. In tutti e tre i casi non è arriata comunicazione da parte dell’inps. La cosa si è saputa solo perchè giustamente si sono interessati i soggetti coinvolti, perchè fosse dipeso da loro la cosa non sarebbe mai stata comunicata. Io, allo stato attuale, non ho diritto all’invalidità civile (se hai il 50% tu, figurati io!) e a volte penso: ma meno male che non ho pure ‘sta rogna!

    Mi piace

    1. Pensa che l’impiegata delle Asl quando avevo chiesto notizie del verbale mi aveva detto: se lo vada a prendere a Roma, così si fa una passeggiata! Alla faccia della passeggiata, è stata più una traversata! Troppo spesso dimenticano di parlare con persone che comunque hanno problemi, non si tratta di un estratto di nascita, ma di un verbale che attesta un problema grave, se no nemmeno lo avresti!
      Comunque secondo me hai ragione sul fatto che spesso i verbali vengano strategicamente persi. Una volta un’impiegata Inps mi ha detto candidamente che accade spesso che le persone muoiano prima di ricevere la provvidenza economica spettante.
      Immagino che traccino con sollievo una X sulle pratiche da annullare per cause naturali (!). (Sto diventando troppo cinica…??)

      Mi piace

  2. Sono senza parole, è allucinante la tua odissea, è ancora più assurda la conversazione che avete avuto, ma è scandaloso che ti abbiano assegnato solo un 50% di invalidità con le conseguenze che hai per la resezione dello stomaco!

    Mi piace

    1. Già, e sai che non posso nemmeno pensare che forse mancava qualche relazione clinica, perché i miei problemi attuali sono riportati per filo e per segno sul verbale stesso. Ma evidentemente ritengono che si tratti comunque di una difficoltà lieve (!!!!!!!!!!!!) :-O

      Mi piace

  3. O_O”””’

    Da un lato son contenta che finalmente ti sei tirata via sta rogna ma dall’altro sono davvero senza le parole giuste per commentare… e io che mi lamentavo delle nostre sedi!!! Davvero, le strutture pubbliche a tutela del cittadino son sempre più allo scatafascio… Però son convinta che se Mr. Monti avesse bisogno di un verbale INPS glielo manderebbero a casa con un corriere DHL ore 9.00, te lo dico!
    E’ uno schifo.

    Mi piace

    1. Già, hai proprio ragione. Dovrei avere finito, o quasi con questa odissea, però mi rimane in testa quella vocina che mi dice di fare ricorso, solo che al pensiero di ricominciare con tutte le trafile mi sento venir meno!!

      Mi piace

      1. Vocina da ascoltare Rosie, vocina da ascoltare.
        Non si tratta di fare una guerra tra poveri, per carità. Ma vivere senza stomaco porta danni metabolici importantissimi e soprattutto mina la tua autonomia. Fai chiedere al medico curante lo specialista in commissione. Qualcuno che sappia cosa vuol dire gastroresezione. Non è scontato lo sappiano. E parlo con cognizione.
        Bacini

        Mi piace

  4. Ho riletto tre volte il post per cercare un senso a quanto ti ha detto l’impiegato INPS. Ma non c’è nessun senso.
    C’è solo un ente pubblico inefficiente e arrogante, con dipendenti inefficienti e arroganti.
    E, purtroppo, nessuna tutela per gli utenti.
    L’unica cosa che mi viene in mente di fare è cercare di diffondere queste informazioni, sperando che arrivino all’orecchio di chi ha la possibilità di intervenire in qualche modo (probabilmente più che altro televisione e stampa)

    Mi piace

    1. Grazie, Mia, cercherò di far girare questa storia, assurda fin dall’inizio, in quanto l’Inps riceve e registra la mia domanda ma “si dimentica” di chiamarmi a visita, e da lì in poi tutta l’odissea fin qui raccontata…
      Grazie a tutte voi per il supporto!!!

      Mi piace

  5. Il Tuo post, e l’intervento di Romina si commentano da soli: aggiungere altro, personalmente, sarebbe cadere nel volgare e nello scurrile, e in questa sede mi pare inopportuno….altro che mazza da baseball! E’ veramente uno schifo e una vergogna. Ricordo un caso analogo, di un’amica di famiglia, il cui compagno, malato di Parkinson e Alzeheimer, ogni anno doveva sottoporsi a visita medico legale per valutare l’aggravamento e per l”obolo” di accompagnamento: gli ultimi anni in carrozzina, come un vegetale. Eh già, perchè sono malattie dalle quali si guarisce (??!!), come a Te, che da un momento all’altro Ti si rigenera lo stomaco!
    Rosie, che dire…parole a fiumi, rabbia incalcolabile, ma qui servirebbero i fatti.
    P.S.: il personale di questi uffici, l’hanno trovato negli ovetti kinder??

    Mi piace

    1. Ah Ah Ah, hai ragione. Che poi pensa l’assurdità, nel 2007 era stata fatta una legge che elencava una serie di patologie gravi che determinavano il diritto all’indennità di accompagnamento e l’esclusione di ulteriori rivedibilità, per persone protagoniste di storie come quella del signore di cui mi hai raccontato. Ebbene, anche lì da quello che ho letto in giro l’applicazione di questa normativa ha fatto acqua da tutte le parti, e i diretti interessati hanno dovuto aggiungere altri giri burocratici a quelli standard che già di norma non sono pochi…che tristezza!!!!!!!!!!

      Mi piace

    1. Non avevo letto, certo che c’è da stare allegri in questo periodo, improvvisamente in Italia deve essere scesa una mano miracolosa, che ha fatto migliorare di colpo tutti gli invalidi, tanto che ormai siamo diventati tutti quasi sani.
      Da un giorno all’altro mi aspetto che decidano di togliere del tutto l’istituzione dell’invalidità civile, tanto ormai in questo Paese stiamo tutti benone! :-O

      Mi piace

  6. Storie di ordinaria follia. Purtroppo capitano abbastanza spesso. Provo a suggerirti una cosa. In ogni ente pubblico, quindi INPS compreso, c’è un ufficio che cura il rapporto con gli utenti. Se questo post lo riporti in una lettera, con la data esatta del giorno in cui sei andata, una tua firma apposta in fondo e la spedisci a questo ufficio Rapporti con l’utenza, interno all’istituto INPS e lo spedisci in racc. R.R. entro trenta giorni dalla ricevuta,devono risponderti. Specialmente per la legge 104, se per la loro leggerezza hai perduto qualche diritto, puoi ricorrere con la richiesta di danni.
    Per colpa di questi loschi individui, per i quali non esiste aggettivo, sono considerati male anche coloro che svolgono il loro dovere fino in fondo, magari lavorando per correggere errori altrui.:-//
    Diggiu
    ex dipendente pubblica.

    Mi piace

    1. Cara Diggiu, ti ringrazio tanto per avermi scritto e per avermi dato questo suggerimento prezioso, che sicuramente metterò in atto. In effetti penso sia molto probabile che la legge 104 ormai me l’abbiano tolta, ma ho il diritto di vederlo scritto, o no? Perché mi deve restare il dubbio?
      Grazie davvero, infinitamente!

      Mi piace

      1. mi sembra tutto un incubo assurdo, ma purtroppo non mi stupisce se penso che stanno togliendo la certificazione di handicap ad un sacco di bimbi a scuola, per risparmiare sugli insegnanti di sostegno! Ci sono ragazzi improvvisamente sono dichiarati normodotati dopo anni di “ritardo”… miracoli dell’economo-therapy !!

        Mi piace

  7. Rosie, anch’io sono andata a prendermi il mio verbale disperso – dopo mesi ho scoperto che avevano semplicemente sbagliato a scrivere il numero civico ed la raccomandata era tornata indietro. Ora mi sono resa conto che il io 70% (senza 104) sta scadendo, e mi viene la nausea al pensiero di dover fare tutta la trafila. Però ha ragione Diggiu, qui sopra, mi sembra un’ottima idea quella di scrivere all’Ufficio Rapporti con l’utenza. E poi, Mi manda rai tre esiste ancora? Se sì, dobbiamo provare a chiedere di fare una puntata su questo tema: l’odissea dei veri invalidi. Un abbraccio

    Mi piace

    1. Se penso a tutte le cose che ho fatto per avere notizie di questo verbale, per i mesi persi, per le volte in cui mi hanno detto che era fermo alla Commissione di verifica provinciale, mi viene davvero l’orticaria. Seguirò il consiglio di Diggu, poi cercherò di vedere se c’è ancora Mi manda Rai tre, penso che una puntata del genere potrebbe avere un esercito di protagonisti…

      Mi piace

      1. Di nulla, cara Camden. Tu cerca di fare anche il ricorso per il riconoscimento del solo 50% di invalidità. Visto mai che capiti in una commissione più attenta alle problematiche di cui tu soffri a causa di quello che hai subito! Io ho una amica a cui avevano tolto il riconoscimento di gravità(soggetto con fratture ossee spontanee da plasmocitoma) che le facevano decadere certei benefici legati alla sua malattia. Ha riprovato a fare ricorso e gliel’hanno , purtroppo dico io, ridata subito. Era meglio se non ne aveva bisogno, ma dato che c’è in mezzo, meglio così. Un abbraccio. diggiu

        Mi piace

  8. …Sono assolutamente allibita!
    Il 50% di invalidità è una percentuale irrisoria?? Ma allora che problema c’è? Mi offro volontaria per asportare personalmente lo stomaco allo sportellaro (o qualsiasi altro organo di sua preferenza…Sembra che non utilizzi molto il cervello, ad esempio…). Tanto è uguale, no?

    Fossi stata in te, altro che mazza da baseball… Sgrunt!

    Mi piace

  9. Non ho parole!! Sono indignata disgustata e incazzata per come si pongono certi impiegatucoli.Credo che al tuo posto non so se avrei resistito dal mettergli le mani addosso! Che amarezza che un uomo si possa comportare così davanti a delle persone che già sono state duramente colpite dalla vita!!
    Mi offro volontaria insieme a “”LA STREGA”” per andare ad asportare
    a lui lo stomaco ,così vediamo se poi non diventa
    di primaria importanza ( per lui) 👿
    Un abbraccio cara !

    Mi piace

      1. Lo porto io 😉 Tu porta la busta una busta e dei guanti cosi ci ficchiamo dentro le budella del tizio e poi le buttiamo nella monnezza 😉

        Mi piace

      2. Ragazze, ma siete una forza, mi pare quasi di avere delle guardie del corpo!!! Però alla fine evitiamo le scene pulp e procediamo sempre con correttezza… (anche se, verrebbe da dire: quanno ce vo’ ce vo’).
        Grazie, mitiche!!! 🙂

        Mi piace

  10. Io porto un po’ di caffè nel durante, semmai ci venisse voglia!!
    Cara Rosie quando ce vò ce vò, bisogna pur sfogarsi almeno a parole non facciamo male a nessuno.
    E’ una storia che ha dell’inverosimile, concordo con Romina sulla strategia
    strapremeditata.
    4p

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...