Pubblicato in: ebook, libri

The mill river recluse

Oggi ho avuto un po’ un crollo di stanchezza, sarà stato anche il caldo, insomma stamattina mi sentivo a pezzi e non sono andata a lavorare.

Ogni volta che resto a casa per problemi di questo tipo, che purtroppo sono frequenti, mi tocca poi una sorta di espiazione: due ore di fila dal dottore per avere il certificato medico.

Fortunatamente ho preso l’abitudine di occupare il tempo leggendo gli ebook sul mio lettore per cellulare, così evito di portarmi il peso dei libri.

E oggi ho finito di leggere una storia che avevo iniziato da un po’ e che mi ha letteralmente affascinata.

Purtroppo è un ebook autopubblicato (ma che ha avuto un grande successo) ed è disponibile soltanto in inglese.

The mill river recluse di Darchie Chan racconta la storia di una donna, Mary McAllister, che a seguito di un trauma subito in gioventù, e poi in età adulta segnata dai maltrattamenti del marito, trascorre la propria vita, per sua scelta, reclusa in un’abitazione, con la sola compagnia delle visite di un prete, padre Michael O’Brien, che ha la stranissima mania di trafugare cucchiaini e che di tanto in tanto la va a trovare, diventando il suo solo legame con il mondo reale, assieme alla televisione e alla finestra che le consente di osservare la città sottostante.

Sessant’anni di vita da reclusa non inaridiscono il suo cuore, anzi, ma il segreto che conserva dentro di sé verrà svelato solo alla fine.

Attorno alla vicenda di Mary McAllister si snodano le storie di alcuni abitanti del villaggio, che guardano con curiosità all’abitazione della strana donna, ma non sanno che il loro futuro verrà profondamente segnato dall’esistenza di quella fragile persona.

Il finale è un po’ da favola, ma la lettura è stata piacevolissima.

Questo è il sito della scrittrice:

http://www.darciechan.com/

Annunci

10 pensieri riguardo “The mill river recluse

  1. Perdonami Rosie ma perché vai dal medico per il certificato? Adesso loro sono obbligati a inviarlo telematicamenteall’INPS e a te devono comunicare solo il numero di protocollo che tu potrai comunicare telefonicamente o tramite mail al tuo datore di lavoro.Il tutto comodamente da casa. Spero comunque che tu ti rimetta al più presto. Un abbraccio.
    Stepha

    Mi piace

  2. Purtroppo sono diventati molto fiscali, perchè venivano rilasciati certificati a destra e manca, prenotati come si fa con il caffè al bar di sotto….così ora, per colpa di qualcuno, non si fa più credito a nessuno!!! Non è solo il Tuo, di medico, cara.

    Per quanto riguarda il libro, a questo giro “passo”, conosco l’inglese solo scolastico….a meno che non ne esista una versione in piemontese, nè!!

    Grazie, grazie di tutto….tu sai

    Mi piace

    1. Figurati, Rita, mica devi leggere tutti i libri che segnalo…beh, ehm credo proprio che non ci sia una versione in piemontese!!! 🙂

      E’ vero ormai sono tanti i medici che seguono queste regole ferree proprio per le ragioni che dici tu…

      Mi piace

  3. Sono tornata all’ovile.
    Il discorso del nutrizionista è davvero interessante, ti vedo in cucina tutta indaffarata!!
    E’ molto interessante quasi, quasi ci vado anch’io. Sono sicura che a volte lievito più del normale per qualche abbinamento sbagliato o per qualche cibo che non fa per me. Mah si vedrà??
    Il libro niente male, una bella trama coinvolgente speriamo in un suo “prossimo italiano”.
    Caspiterina che bella gita fuori porta che hai fatto, con la piscina in mezzo al verde, che bello!!!!
    I miei dieci giorni si sono volatilizzati in un batter d’occhio.
    Abbiamo sistemato un po’di faccende burocratiche, preso visione dei lavori da farsi e disfatto i famosi scatoloni. Ho lavato una marea di bicchieri, tazzine, tazzette cantando e ridendo.
    Non abbiamo mai fatto la spesa, eravamo sempre invitati, mamma che bello!!!!
    Sapori e ambienti genuini proprio come piacciono a me.
    Grande cordialità, qualche lacrimuccia melanconica, ma anche tante, tante sane risate.
    Un bacione
    4p

    Mi piace

    1. Scusa Rosie, approfitto della Tua cordialissima ospitalità per dare il bentornata a 4p, ci sono mancati i suoi commenti, che è sempre piacevole leggere….(non saprei in che altro modo raggiungerla). Grazie.

      Mi piace

    2. Che bello che sei tornata, carissima! Che bello essere sempre invitati da qualcuno, poi in una terra così bella!!! Dev’essere meraviglioso, certo hai avuto un po’ da fare, ma pazienza…

      E adesso sei di nuovo qui, mi fa troppo piacere!

      Mi piace

  4. …e io che pensavo di leggere tanto!Ma quanti libri virtuali e non hai letto, Rosie?Scommetto che sia impossibile contarli:-)
    Bravissimia, comunque!Leggere è un’attività che arricchisce e fa sognare…dovremmo leggere tutti più spesso:-)
    Un abbaccio.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...