Pubblicato in: anna lisa, diario, libri, toglietemi tutto ma non il sorriso

Considerazioni in libreria

Ho latitato un po’ ultimamente da questo blog. Ho lasciato che rimanesse per giorni l’allegro post del giretto alle Marmore.
Questa infatti è stata la settimana di ripresa del lavoro e mi sono sentita già stanca.
Ho sempre amato dopo il lavoro al pomeriggio accendere il pc e dedicarmi a tante cose che mi piace fare per hobby.
Mi sembra che mi sia passata la voglia anche di questo. Ho acceso molto poco il pc a casa in questa settimana.
Ho sentito invece un grande bisogno di riposare mentalmente e di proseguire nell’hobby della lettura.
Durante le tre settimane di ferie ho letto e letto e letto smaltendo la pila di libri che avevo sul bracciolo del divano. (A casa ne avrò ancora un centinaio che devo leggere …)
Nonostante questo ho fatto comunque i miei giri in libreria e, mentre giravo tra gli scaffali pieni di libri, mi sono venute in mente un paio di considerazioni:

– i libri sono stati la mia ancora di salvezza da quando mi sono ammalata. Già prima leggevo molto ma non quanto ho fatto dal 2004 in poi. E una parte della ragione di questa cosa è una motivazione piuttosto infantile. Come una bambina ho voluto credere che fintanto che avevo la casa piena di libri non sarebbe potuto accadermi il peggio perché prima avrei dovuto finire di leggerli tutti.
In questi anni questa sorta di scaramanzia ha funzionato, ecco perché avrò sempre la casa piena di libri da leggere!

– È difficile raccontare l’emozione di quando vado in una libreria e scorgo su qualche tavolo o scaffale il libro di Anna Lisa Toglietemi tutto ma non il sorriso. Per prima cosa prendo in mano il libro, e controllo quante copie sono esposte, poi giro il libro e sorrido guardando la sua foto e le mando un saluto silenzioso (adesso sapete che se scorgete una matta in libreria sono io…). Infine mi sposto più in là per vedere se qualcuno lo prende…
È un modo per ricordare Anna Lisa, e devo dire che il libro l’ho trovato in bella vista in tante librerie di Roma quando mi è capitato di andarci.

Quando finirà questo periodo di grandi letture spero anche di tornare a scrivere qualcosa, non posso stare poi molto senza riempire almeno una pagina… 🙂

Scritto con WordPress per Android

Annunci

4 pensieri riguardo “Considerazioni in libreria

  1. Eccoti finalmente, pensavo che le cascate e l’arcobaleno t’avessero portato in altri lidi turistici.
    Bello il punto scaramantico di avere la casa sempre piena di libri degna di una “buona penna”.
    Quest’estate non ho letto tantissimo, Romina mi ha tenuto compagnia e Il linguaggio segreto dei fiori anche, letti velocemente, argomenti completamente diversi, che hanno catturato la mia voglia di leggere riga dopo riga.
    E’ trascorsa un’estate strana, oddio più che estate i miei 20 giorni sui colli piacentini.
    Qualche preoccupazione per il mio ragazzo, non per motivi di salute, ma per motivi sentimentali.
    Passerà, in che modo non si sa, ma una mamma seppur involontariamente è sempre coinvolta soprattutto a livello emotivo ed affettivo e per chi mi conosce non di certo solo per lui.
    Be’ detto questo passo e chiudo mandandoti un forte e caro abbraccio.
    4p

    Mi piace

  2. Io il libro dovetti prenotarlo nell’unica piccola libreria ancora aperta in città e ricordo benissimo che, uscendo dalla libreria, infilai le cuffiette dell’mp3 e in quel momento, con il mio libro stretto in mano, partì la canzone di Laura Pausini “destinazione paradiso” (io non sono credente…); ricordo anche le lacrime che non sono riuscita a trattenere mentre camminavo verso casa……ora quando entro alla Mondadori (aperta successivamente) anche io vado subito a vedere dov’è il libro, lo prendo, lo sistemo (una volta ci rimasi male perchè era “a testa in giù”!!) e controllo il numero di copie…..invece quest’estate non ho letto tanto, ma ho letto bene, molto bene: “Figlie del Male ” e “come una funanbola”, riservati per una lettura “continuativa” che solo in vacanza mi posso permettere….Ti dicono niente???? Te li consiglio….meravigliosi, come chi la ha scritti

    Mi piace

    1. Che bello questo commento cara Rita mi sembra di vedere me e te in libreria che ci comportiamo allo stesso modo!
      Grazie infinite per il commento sui libri. E posso confermare che il libro di Giorgia è meraviglioso.
      Il mio non saprei… ;-))

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...