Pubblicato in: concerti, morrissey

Morrissey live@Atlantico Roma 13 ottobre 2014

Dear Morrissey,
ieri sono stata al tuo concerto all’Atlantico.  Se il mio Diario dei concerti non mi tradisce, è stata la quinta volta che ti ho visto suonare, o meglio cantare dal vivo. Prima c’è stato l’Oye Esteban Tour a Milano, il Flippaut 2004 a Bologna, poi Ostia Antica nel 2006 e due anni fa all’Auditorium, forse il concerto più bello.

Ieri, molto emozionata, sono arrivata alle 20 passate e la fila per entrare era enorme. C’erano diversi tavolini con tantissime magliette degli Smiths, ma per chi sono, mi chiedevo…? Per i fans scatenati dell’epoca che ormai sono over 40? Io stessa non sento più l’esigenza di andare in giro con le t-shirt, ma forse c’è ancora qualcuno che le colleziona maniacalmente. Dopo aver letto la tua autobiografia, ho messo da parte qualsiasi speranza di rivedere la band ancora insieme…

Quando finalmente sono entrata, ho notato che la temperatura del tendone era da sauna. Intanto sono trascorsi 40 minuti di attesa davanti a un telo sul quale scorrevano come sempre varie immagini dei tuoi miti, immancabili i New York Dolls, ma anche un Charles Aznavour magrissimo. Poi a ripetizione la scena di un uomo che schiaffeggia un altro, tratta da qualche film in bianco e nero, una donna che grida, ed ecco lo strappo e il telo viene giù.

Silenzio… un intro semi-lirica e poi ecco arrivare la band, e la gente impazzisce per te, come sempre. Sullo schermo la Regina,  con tutte e due le mani con il dito medio alzato, e inizia The Queen is Dead. Travolgente.

foto14
Poi le note che introducono la corrida e the Bullfighter Dies. Hooray, hooray.
Kiss me a Lot  è vorticante, impossibile star fermi,  e sai, sono proprio felice di essere venuta a vederti anche questa volta. Il nuovo disco mi piace, tra l’altro per me è stato un regalo di nozze, ed è una cosa veramente ironica, as you might guess, avere in regalo per le nozze un disco con il brano Kick The Bride Down The Aisle. Ma tanto io mi sono sposata in comune… 🙂

foto15
Tocca quindi a Certain People I Know, e poi a Earth is the loneliest planet, un altro brano che mi piace molto.

Iniza poi How soon is now, che per me è un brano speciale per due motivi: è stato il primo brano degli Smiths che ho ascoltato nel 1985, e 2 anni fa è stato il brano durante il quale repentinamente ti sei diretto verso me e il mio amico T, a scambiare un tocco di mani, il ricordo del quale non ci abbandonerà mai… 🙂

foto17

World peace is none of your business è la title track del nuovo album e sta veramente bene in mezzo agli altri brani più conosciuti.
“Il dottore dice che devo sorridere…” (Consiglio medico legato probabilmente alla recente rivelazione  di aver subito la rimozione di tessuti cancerosi?).  E pensare che quando ero al Flippaut nel 2004 ero io ad avere il cancro senza saperlo, ma ho avuto la fortuna di poter essere ancora qui a vederti dopo 10 anni!
I’m throwing my arms around Paris libera l’energia, e si passa poi a Neal Cassady Drops Dead, altro brano significativo del nuovo disco.

foto18

È la volta poi di Trouble Loves Me, che non mi piace moltissimo, seguita da Istanbul che di questi tempi ascolto a ripetizione.  E arriva Kick The Bride Down The Aisle, ma dear Morrissey I forgive you, come potrebbe essere altrimenti? 😀

DSC_0057~2

Immancabile To Give The Reason I Live, e Meat is Murder, in una versione che sconvolge la gente che ho intorno, mentre io non guardo, come sempre  i filmati della macellazione degli animali sono veramente duri. Mi ricordo di quando portavi la maglietta con scritto I don’t Eat My Friends, devo avere ancora una foto attaccata in qualche armadio, dove ci sono le cose più importanti di quando ero giovane

DSC_0067

Si passa poi a Speedway, da Vauxhall and I…all of the rumours keeping me grounded, I never said that they were completely unfounded… 🙂 e poi I’m not a man, I’d never eat or kill an animal…

DSC_0076

È il momento della quasi ninna nanna Asleep, Sing me to sleep, sing me to sleep I’m tired and I.. I want to go to bed… Mi sono rivista davanti agli occhi la cassettina grigia con etichetta nera e scritte bianche di The World Won’t Listen degli Smiths, non so più quante volte l’ho ascoltata, e facevo sempre mia la conclusione della cassetta: You are sleeping, you do not want to believe, you are sleeping. Quanti anni sono passati, ma sembra ieri!

La band e Morrissey vanno via. Il pubblico intona il solito coro, Morrissey, Morrissey, Morrissey!!

E dopo ecco che ritorni sul palco, maggiore illuminazione, una camicia diversa che poi verrà lanciata al pubblico e strappata dai fans. E inizia Everyday is like sunday.

foto3

Sai, dear Morrissey, io ci sono cresciuta con questa canzone. Mi ricordo bene che le domeniche sono veramente tristi quando sei solo, in una città deprimente. Avevo 19 anni e la tua musica era un raggio di luce. Trudging slowly over wet sand…

foto12

È bellissimo sentirtela intonare di nuovo, con il pubblico traboccante di affetto, e unico momento in cui  una ragazza riesce a salire sul palco, in un concerto molto più ordinato e contenuto rispetto a quello dell’Auditorium del 2012, dove la gente saliva sul palco di continuo ed era tutto un correre avanti e indietro degli addetti alla sicurezza.
Trattengo un po’ di delusione perché il concerto è finito così, alle 22.30.  Ma è stato molto intenso. davvero.

foto13

So dear Morrissey, siamo arrivati alla fine. Grazie per questa serata, un altro ricordo speciale da aggiungere ai tanti legati alla tua musica. Chissà se oggi hai fatto un altro giro per Roma come ieri, e sei rimasto meravigliato di non vedere nemmeno un poster dei tuoi concerti, come hai raccontato ieri! Stasera sarai di nuovo all’Atlantico, io non ci sarò, ma la tua musica è rimasta con me ancora oggi… come del resto ha sempre fatto in questi quasi 30 anni…!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...