Pubblicato in: libri

L’estate in cui imparammo a volare di Kristin Hannah

estate1Quando sono un po’ stanca mentalmente, mi piace molto leggere libri non troppo impegnativi, in particolare storie di famiglie, o di rapporti familiari difficili. Mi piace addentrarmi tra le emozioni e i dolori delle persone, mi piace mettere a confronto i miei vissuti con quelli dei personaggi di romanzi al femminile.
Così è stato con L’estate in cui imparammo a volare, di Kristin Hannah, il racconto di un’amicizia nata durante gli anni 70, tra due ragazze, Kate e Tully, la prima con una bella famiglia, l’altra cresciuta dalla nonna, perche ha una mamma “figlia dei fiori”, con pochissima attitudine a fare la madre.
Il libro mi ha appassionata, si seguono le due amiche dagli anni Settanta a oggi, con i problemi, i conflitti, le strade che si separano, quando una decide di seguire le proprie aspirazioni familiari e l’altra di mettere al primo posto il successo.
Kate e Tully rimangono amiche nonostante i diversi percorsi intrapresi, e la loro amicizia sembra essere inossidabile, invece un grave episodio segna una frattura fortissima tra le due donne.

E a questo punto, indovinate chi entra in scena (SPOILER)? Naturalmente il nostro immancabile Mr. C, il cancro che trascina la vicenda verso un finale del tutto prevedibile.
A volte mi viene da pensare che sia impossibile rilassarsi un po’ e pensare ad altro, quando in due romanzi su tre finisce che qualcuno si ammala di cancro e si comincia a seguirne i percorsi tra interventi, radio e chemioterapia.
Purtroppo questo romanzo che è riuscito ad appassionarmi è stato un po’ rovinato da questo finale più che scontato.
Ciò non toglie che sia stato una lettura molto piacevole e che mi ha dimostrato ancora una volta quanto io sia dipendente dal Kindle, ormai. Infatti questo libro l’ho letto nella versione cartacea e stamattina sono uscita di casa quando mancavano poche pagine alla fine. Ho sentito molto la mancanza della possibilità di continuare per qualche minuto la lettura sul cellulare come faccio di solito.
Brutto segno forse, prima per me esistevano solo i libri di carta, ormai temo di essermi del tutto convertita alla praticità dei dispositivi elettronici… 🙂

Annunci

6 pensieri riguardo “L’estate in cui imparammo a volare di Kristin Hannah

  1. ok Rosie, un libro di carta è un libro di carta. Ma da quando ho preso il Kindle devo dirti che leggo di più perchè pesa niente e me lo porto ovunque. Dunque … why not!
    Ps: oggi ti ho pensata parecchio 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...