Pubblicato in: passeggiate, streghe, viaggi

Passeggiata a Perugia

Sebbene mi sentissi molto stanca già dalla settimana precedente, sabato siamo andati a fare una bella passeggiata a Perugia.

Naturalmente mi è piaciuta tantissimo, mi sono fermata a osservare scorci bellissimi, anche se non ero in forma e ho fatto parecchia fatica.
Però si tratta sempre di luoghi che mi affascinano.
Sabato a Perugia c’era anche il blocco del traffico e siamo saliti su con la mini metro carinissima.

image

E ogni angolo nascondeva meraviglie da fotografare, e da guardare a bocca aperta:
20150321_142909

Mi è piaciuto moltissimo scendere negli angoli più antichi della città

Poi in un angolo un tuffo al cuore, ho riconosciuto la strada che avevo immaginato (e non visto nella realtà) per il mio romanzo Figlie del Male, ed è emozionante scoprire che esiste una strada che corrisponde in pieno a quanto visto nella propria fantasia 🙂

IMG_20150323_190644

Fu in quell’istante che avvertì alle sue spalle un prolungato suono di clacson. Si girò e vide un’auto bianca, con al volante una ragazza dall’aspetto simpatico. Era bionda, con i capelli mossi e le labbra pronunciate. Stava sorridendo.

E sorrideva proprio a lei.
“Ehi, mi sembra che tu sia un po’ in difficoltà. Hai bisogno di aiuto? Vuoi un passaggio?”
Berenice si girò stupita. Chi era quella ragazza? Come mai era così gentile? Berenice era certa di non conoscerla. Però era vero che era molto stanca ed anche un po’ preoccupata.
Si lasciò quindi guidare dal senso di stanchezza e dalla fiducia verso quel volto sorridente. Salì in macchina.
“Grazie. Accetto il passaggio,” disse “sapresti indicarmi una pensione economica dove possa fermarmi per un paio di notti?”
La ragazza annuì.
“Sì, ne conosco una adatta. Se vuoi, ti ci porto. Tu non sei di Perugia, vero?”
“No, sono nata in Italia ma sono cresciuta in Inghilterra.”
“Non è difficile capirlo dal tuo accento…”
Berenice sorrise. Le venne un dubbio.
“Ma dimmi, come mai sei così gentile?”
“Beh, stavo andando a casa e ti ho vista trascinarti quella valigia. Siccome io odio portare pesi, mi hai fatto pena ed ho deciso di aiutarti. Ah, comunque io mi chiamo Chiara.”
“Okay, io mi chiamo Berenice. Grazie allora.”
Fecero un giro per alcune strade di Perugia, fino a che Chiara si fermò davanti ad una pensione. L’insegna era semi-cancellata, si leggeva solo Pensione …ola forse doveva essere Viola, ma Chiara assicurò a Berenice che era un buon posto.
“Qui ti tratteranno bene, vedrai. I gestori sono brava gente.”
“Grazie, Chiara” disse Berenice e diede un’occhiata al cielo. Ora il buio era proprio quello delle notti più oscure e dal vento che scompigliava i capelli delle due ragazze, era chiaro che presto avrebbe anche piovuto.
Prima di salutarla, Berenice pensò di chiedere a Chiara il suo numero di telefono, nel caso si fosse trovata di nuovo ad aver bisogno di qualcuno che potesse darle una mano.
Fece quindi per pronunciare le parole con cui aveva intenzione di formulare la domanda, quando si accorse che qualcosa era cambiato nello sguardo di Chiara. I suoi occhi avevano assunto un’espressione molto cupa. Sembrava di colpo cattiva… possibile? O era Berenice che ormai stava iniziando a vedere il male ovunque?
La ragazza era già salita in macchina e si stava accingendo a ripartire. Prima, però, tirò giù il finestrino dal lato del passeggero e urlò una frase a Berenice. Parole che le fecero gelare il sangue. Disse:
“Berenice, la soluzione a quello che da tempo stai cercando è nel cimitero Monumentale…”
Mise in moto e ripartì all’istante.
Berenice rimase lì impietrita.

da Figlie del Male  http://www.amazon.it/dp/B00GPRPBNS 
Spero veramente di poter tornare a Perugia quando avrò un po’ più di forze. Ne varrà sicuramente la pena…

Annunci

4 pensieri riguardo “Passeggiata a Perugia

  1. Verissimo, le coincidenze nella vita sono proprio un bel mistero e come tali hanno un fascino tutto particolare. buon libro intrigante quasi quasi me lo rileggo…….
    Abbraccio 4p

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...