Pubblicato in: cancro, diario, felicità, ricordi, tristezza

Ricordi di un percorso doloroso

Angelo di Staglieno

Oggi per caso ho rivisto questa foto su Facebook, e ho provato una fitta al cuore.
Si tratta di una tomba del Cimitero di Staglieno, a Genova, Questa scultura di un angelo affranto è stata anche ripresa nella copertina del disco Love Will Tear Us Apart dei Joy Division.

Nel 2003 ho attraversato un periodo difficile, in cui tutto il mio mondo sembrava essermi crollato addosso, e mi sentivo oppressa da una tristezza persistente e profonda. Guardavo questo angelo, e pensavo che io mi sentivo così, senza più la forza di rialzarmi, di tirare su le mie ali per affrontare la vita.

Nel 2004, dopo oltre un anno di malinconia e di buio interiore, la scoperta del cancro, ma anche dell’amore che mi accompagna ancora oggi.
In quell’anno la mia vita è cambiata totalmente, ma con il senno di poi posso dire che è andata sempre di più verso un miglioramento complessivo, fino a rendermi la persona più o meno “saggia” che sono diventata adesso.

Come ho scritto diverse volte, anche questo 2015 non si è presentato come un anno facile, anzi. Ma una cosa è certa, per quanto io possa incontrare difficoltà quotidiane in vari aspetti della mia vita, non mi sentirò mai più totalmente schiantata su me stessa come ero nel 2003 e come la figura di questo angelo riusciva bene a rappresentare.

Adesso, qualsiasi cosa succeda, possiedo sempre quella forza interiore che ho acquisito dopo la malattia e grazie all’amore, che riesce a farmi sentire fiduciosa nel futuro e pronta sempre a reagire, senza più crollare così, come allora.

Penso che questa sia una grande ricchezza di vita, e mi sento fortunata ad averla raggiunta, trovata anche grazie a un’esperienza molto difficile, dalla quale per fortuna, sono uscita rinnovata, ma non sconfitta.

Annunci

7 pensieri riguardo “Ricordi di un percorso doloroso

  1. E’ un angelo bellissimo fatto con grande cura, uno scultore che sapeva il fatto suo per realizzare una tale opera. Esprime proprio il senso della disperazione di una grave perdita, sembra dire ho toccato il fondo non ce la faccio più, poi di lì a poco un’altra batosta ……….sulla tua pelle……..devastante, infinitamente triste nella tua solitudine. L’amore ti ha dato l’aiuto vero, sincero del quale avevi bisogno, come se tu fossi stata assetata di verità e di certezze ed eccoti appagata, sposata saggia e serena. Poi tra alti e bassi (un po’ come tutti)l’esserti rinnovata ti è di gran conforto.
    Sei una bella persona: sensibile, intelligente, comprensiva, Onesta.
    4p

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...