Pubblicato in: cancro, cancro allo stomaco, diario, vivere senza stomaco

Cosa è essere forti, cosa è essere fragili

Riflettevo stasera ascoltando uno dei miei brani preferiti del passato,  Drag it down dei New Model Army che dice, tra l’altro,  And The Times They are a-changing,  i tempi cambiano, a come delle volte si pretenda troppo da sé stessi.
Ho pensato tanto a come avrei dovuto affrontare realmente una situazione di difficoltà.
Se le mie scelte non siano state segno di fragilità troppo grande davanti ad alcuni problemi.  Forse ho scelto la strada più facile,  quella più immediata. Magari avrei dovuto riflettere, magari avrei dovuto mettermi davanti a quelle palline del moto perpetuo e lasciarmi ipnotizzare dal movimento infinito, poi fermare tutto e dire ok, ho deciso.
Invece non l’ho fatto, ma in fondo perché dobbiamo sempre dimostrare di essere forti?
Se ci penso e mi guardo indietro, verso questo periodo di 11 anni fa quando già non mangiavo e non sapevo perché, e se mi avessero detto subito che era a causa del cancro sarei svenuta probabilmente, mi rendo conto che forte lo sono stata eccome, sia dopo l’intervento che durante i sei mesi di chemioterapia. Ed anche negli anni seguenti, avendo dovuto accettare un cambiamento irreversibile nella mia vita. Come scrivo sempre, vivere senza stomaco non è una passeggiata, ma si possono lo stesso fare tante cose belle.
E allora mi permetto questa volta di ammettere la mia fragilità di questi giorni.
Che sicuramente passerà come già sono passate tante cose nella mia vita, belle e brutte.
L’importante è ricordarsi sempre che siamo esseri umani, e che questa condizione comprende anche la fragilità.

Annunci

5 pensieri riguardo “Cosa è essere forti, cosa è essere fragili

  1. Ho proprio voglia di dirti che hai scritto un gran bel post.
    Un’analisi che non fa un plissé. Ammettere la propria fragilità credo, penso sia un segno di grande forza e maturità. Concordo in tutto e sei stata proprio brava, prima nella solitudine, durante nel dolore e dopo nell’accettazione di un irreversibile cambiamento.
    Le palline dal moto perpetuo..anche noi, grazie.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...