Pubblicato in: film, libri

Sei la mia vita di Ferzan Ozpetek

Camere separate

C’è un libro che amo moltissimo da quasi 25 anni, ed è Camere Separate di Pier Vittorio Tondelli.
Nella quarta di copertina c’è scritto: “L’amore come tensione, pericolo, scoperta di sé, meditazione sul mondo, rivelazione del futuro”. E il libro raggiunge livelli di intensità davvero notevoli. Ricordo che quando l’ho letto, ogni tanto posavo il libro, facevo una pausa e riprendevo a leggere, per assimilare e riflettere sulla grande capacità di Tondelli di descrivere sentimenti così intimi e personali.
Immaginavo che forse non avrei mai più letto un libro così ricco di emozione.
Invece, dopo tanti anni ho ritrovato la stessa intensità nel raccontare un amore venato di drammaticità nel libro di Ferzan Ozpetek – Sei la mia vita, libro che – legato dal filo conduttore di una storia d’amore molto forte – racconta la vita del regista a Roma dal suo arrivo negli anni 70 nel quartiere  Ostiense che farà poi da scenario a uno dei suoi film più belli, Le Fate Ignoranti.

Leggendo i capitoli del libro si trovano tanti personaggi ed episodi legati alla vita reale, molti dei quali sono poi diventati centrali nei suoi film, dai pranzi domenicali sulla terrazza del palazzo di Via Ostiense, con la trans che deve fasciarsi il seno per poter tornare dalla sua famiglia di origine senza far sospettare nulla, fino agli amici che attendono di sapere come sta il loro amico che si è sentito male, e poi entrano tutti nella sua camera mortuaria, dalla cassiera di supermercato tormentata a un anziano smarrito e senza memoria.

In questo libro ho trovato moltissimi passaggi da evidenziare, considerazioni sulla vita e sull’amore che sono degne di un regista e autore che ha realizzato film molto belli e che mi hanno spesso incantata.

Mi piace molto la frase che dice che se da piccolo non sei sufficientemente apprezzato e amato, da grande continuerai sempre a sentirti indegno di quell’amore che invece meriteresti.

Mi piace lo sviscerare il concetto che una volta che hai conosciuto l’amore vero, dopo non c’è più nulla per cui si possa vivere, senza la forza che si trae dal vero amore.

Mi piace la Roma raccontata da Ozpetek, il Bibli, locale ormai chiuso,  in cui sono stata diverse volte, e anche la via Ostiense stessa, che ho frequentato quotidianamente per uno di quei lavori temporanei che uno svolge in attesa di un impiego stabile, proprio nel periodo in cui è uscito le Fate Ignoranti.
In quell’epoca, sebbene avessi già sentito parlare di Harem Suaré e di Il Bagno Turco, i suSei la mia vitaoi film precedenti, non avevo bene in mente il nome del regista.
È stato solo quando ho visto per strada che il nome sul cartellone di un nuovo film appena uscito, Le Fate Ignoranti, e quello sulle buste che avevo da consegnare era lo stesso, che ho realizzato da chi stavo andando a citofonare…

E poi diverse volte in quel periodo incrociavo Ferzan Ozpetek per strada ma naturalmente, la mia classica e proverbiale timidezza, mi ha sempre impedito di farmi avanti per fargli i complimenti.
Quindi leggendo questo libro, ho rivissuto anche un po’ della mia vita. Con tanta tanta emozione.
Se amate i libri che parlano di sentimenti e di episodi intensi di vita quotidiana, questo libro è davvero consigliato. Se avete amato i film di Ozpetek, dovete assolutamente leggerlo.

Annunci

7 pensieri riguardo “Sei la mia vita di Ferzan Ozpetek

  1. ….., ma che bel vestitino leggero ci siamo messe!!! Del resto fa un po’ caldo e iniziamo a vestirci di abiti essenziali, senza mai dimenticare il mio preferito che è nell’angolino, questo è molto carino.
    Ozpetek è un genio e le Fate Ignoranti è un film splendido……………….quante coincidenze mia cara amica.
    Prendo subito nota.
    4p

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...