Pubblicato in: libri

La ragazza del treno di Paula Hawkins- Recensione (anteprima)

La ragazza del treno

Questo libro non è ancora uscito in Italia, lo troverete in libreria dal 23 giugno per Edizioni Piemme. Essendo però io una grande amante dei treni, di Londra, e dei romanzi che fanno stare in tensione, non potevo che leggerlo appena uscito in inglese. L’ho finito a febbraio, ed è stata una lettura indimenticabile, tanto che prima di scrivere questa recensione, l’ho riletto una seconda volta.

Rachel è una ragazza che ogni giorno segue la corrente dei commuters, i pendolari che affollano i treni che dalla periferia portano a Londra.

Ogni mattina Rachel si siede dallo stesso lato del treno. Conosce a memoria il percorso in ogni dettaglio. Sa bene che a un certo punto c’è un semaforo, che forse è rotto, perché il treno si ferma sempre. A volte la sosta è lunga, altre volte la sosta è breve.

Per lei è come un appuntamento, perché Rachel sa che dal finestrino può vedere, non vista,  una coppia, che quasi sempre è in veranda. Sono un uomo e una donna, e Rachel li immagina come una coppia perfetta. Ha perfino dato loro dei nomi, Jess e Jason, forse per sentirli più vicini in quella vita immaginaria che la sua fantasia dipinge come ideale.

Basterà poco per scoprire invece che la loro vita non è per nulla idilliaca. Dietro l’apparenza si celano bugie, dolori, segreti, tradimenti e violenze, nelle quali sarà coinvolta anche Rachel in prima persona.

Tutto questo perché un giorno dal finestrino nota qualcosa di diverso che la spinge a mettersi in gioco per capire cosa sta accadendo davvero. Anche perché Rachel conosce bene il quartiere di Jess e Jason: prima di uno degli eventi dolorosi della sua vita, abitava proprio lì.

Durante la lettura, mi sono chiesta: se Rachel non fosse stata una persona così sola, vittima dell’abuso di alcool e di una grande sofferenza interiore, avrebbe davvero accettato tutti i commenti orrendi nei suoi confronti, descritti nel libro? Mi ha colpita molto infatti, il disprezzo totale che diversi personaggi sembrano mostrare nei suoi confronti, quasi che ogni essere umano si possa arrogare il diritto di sentirsi assolutamente migliore di un altro, soltanto per un diverso aspetto fisico, o per una presunta migliore qualità di vita.

Mi sono sentita vicina ai dolori della sua vita, a tutto quello che un essere umano riesce a sopportare prima che la vita gli presenti il conto. Ma fino a che punto ci si può lasciare andare per non soffrire?

I personaggi di questo romanzo sono quasi tutti vittime di un destino avverso, e ciascuno si trova a fare i conti con il proprio dolore. È praticamente impossibile posare il libro durante la lettura (avete presente quei libri che si continuano a leggere anche mentre si mescola la pasta? Ecco questo è proprio un libro di quel tipo…).

Le descrizioni dei viaggi in treno sono meravigliose, sembra quasi di udire il click dei tavolini, le persone che parlano, che mettono via Kindle e iPad, le frenate improvvise, il rumore del treno in curva.

In tantissime scene del libro, anche quando si è fuori dal convoglio, il rumore dei treni che passano è comunque presente, mentre il libro corre verso un finale imprevedibile.


London Train

“I buchi nella tua vita sono permanenti. Devi crescere intorno ad essi, come radici di un albero attorno al cemento, modellandoti sulle fenditure”

Trovate qui tutte le informazioni sul libro in uscita:

http://www.edizpiemme.it/libri/la-ragazza-del-treno

Non perdetelo! Stanno per iniziare le riprese del film tratto dal libro (che è stato un vero best seller)  e tra i nomi in lizza per il ruolo di Rachel, si parla di Emily Blunt.

Annunci

6 pensieri riguardo “La ragazza del treno di Paula Hawkins- Recensione (anteprima)

  1. Anche a me piace osservare dal finestrino di una macchina, o da quello di un autobus e immaginare le vite all’interno di quelle finestre, vedere persone affacendate o rilassate sui loro balconi e fantasticare ………………

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...