Fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti – presentazione


Erano giorni e giorni che sentivo parlare di questo romanzo come di un grande thriller e la mia curiosità aumentava…Mi piacciono i libri che si fa fatica a posare. Quelli che quando torni a casa ti rendono felice perché, dopo una giornata pesante, hai qualcosa di bello cui dedicarti. Fiori sopra l’inferno di Ilaria Tuti mi dava questa impressione. Poi, un paio di settimane fa la curiosità ha avuto il sopravvento e ho acquistato l’ebook.

Le prime pagine hanno confermato la mia intuizione di essere davanti a una lettura appassionante. Una vicenda che si svolge sulle montagne friulane, in un paese inventato di nome Travenì. Il ritrovamento di un cadavere, un bosco, dei bambini coinvolti nella vicenda, ognuno con dei problemi familiari che li rendono diversi dagli altri, uno spaventapasseri, i corvi che volano e un commissario, Teresa Battaglia, che rimane impresso come un personaggio molto particolare. Donna non più giovane, brusca ma emotivamente sensibile, alle prese con la malattia (Alzheimer?) e con un ispettore che deve sopportare tutte le sue intemperanze. Una vicenda drammatica che si intreccia con un esperimento compiuto a fine anni Settanta in una misteriosa Scuola austriaca.

Come spesso capita, il destino porta i miei passi nel posto giusto al momento giusto e ieri mi sono trovata per caso davanti alla libreria dove si stava per svolgere la presentazione di questo libro, che nei giorni scorsi ho avuto modo di finire e apprezzare.

Ho subito preso posto e ho potuto così apprezzare la chiacchierata tra Ilaria Tuti, Mirko Zilahy, un altro scrittore della scuderia di Longanesi e il pubblico. Chiacchierata che è stata piacevolissima e ci ha fatto apprezzare ancora di più il romanzo.

Si è parlato così della montagna che diventa protagonista della vicenda, della festa della notte di San Nicola che si celebra in Friuli ed è conosciuta come notte dei Krampus, notte dei demoni e della genesi del personaggio di Teresa, che risulta essere molto apprezzato dal pubblico.

La scrittrice ci ha poi rassicurato sul fatto che sta scrivendo un nuovo libro con gli stessi protagonisti, Teresa Battaglia e l’ispettore e ci ha anche dato un’anticipazione sul secondo romanzo, che prenderà spunto da una storia del passato di un paesino tra le montagne friulane, che le è stata narrata dalla memoria storica del luogo. È stato un piacere ascoltarla raccontare il libro insieme a Mirko Zilahy. Anche al firmacopie Ilaria è stata gentilissima e sono molto contenta di essere stata presente. 🙂

Se state cercando un thriller che vi faccia restare con il fiato sospeso, Fiori sopra l’inferno è il libro per voi…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.